Il GAL si è da sempre contraddistinto per l'attività fatta a favore di scuole ed istituti per bambini e ragazzi. L'aeromodellismo è un'attività del tempo libero intelligente e che impegna e forma i ragazzi al ragionamento logico, alla responsabilità ed al lavoro manuale, il tutto in un ambiente cordiale e, durante il volo, all'aria aperta.

Per informazioni contattateci!

Fra le attività del tempo libero, l'aeromodellismo è certamente una delle più complete e suggestive; esso è nel contempo studio e ricerca, manualità e tecnologia, abilità e spirito agonistico. Definire l'aeromodellismo un hobby è limitativo in quanto esso, nella sua più completa accezione, comporta l'ideare, progettare, costruire e mettere a punto una macchina volante e, in più, l'essere capaci di ottenere da essa delle prestazioni che permettano di partecipare con successo a delle competizioni.

Le conoscenze e le capacità necessarie per diventare un buon aeromodellista sono alla portata di tutte le persone normalmente dotate. A proposito di doti naturali, ve ne è una essenziale: la pazienza; pazienza nella scelta dei materiali, pazienza nella costruzione delle parti delicate o complesse, pazienza nelle prove di messa a punto; questa dote è però strettamente legata all'interesse a queste attività.

Prima nell'ordine delle discipline aviatorie a poter essere praticata per ragioni di età, in quanto non vi sono limiti, l'aeromodellismo è uno sport che si rivolge e trova successo anche e soprattutto tra i giovani. Nella struttura di un Gruppo aeromodellisti, il giovane interessato trova la possibilità di avvicinarsi a questa disciplina senza un investimento iniziale.

GALTutti coloro che praticano questo sport, giovani e meno giovani, ne ricavano un indiscusso arricchimento. Le istanze a livello svizzero come l'Ufficio Federale dell'Aviazione Civile, le scuole svizzere di volo, le truppe d'aviazione e l'Aero Club Svizzero sono concordi nell'affermare che l'aeromodellismo è il punto di partenza ideale per ogni carriera aviatoria. Numerosi sono i piloti privati, professionali e militari che hanno fatto i primi passi nel mondo dell'aviazione con l'aeromodellismo.

Allo stato attuale della tecnica l'aeromodellismo è un'attività scientifica seria e come tale riconosciuta. Come nell'aviazione vera, l'aeromodellista apprende nozioni di aerodinamica e meccanica di volo. Con l'aspetto della costruzione si apprendono conoscenze nel campo dei materiali, delle tecniche di lavorazione, della meccanica, dell'elettronica e dell'informatica comuni all'aviazione vera e ad altre discipline tecniche. Vi sono poche attività legate al tempo libero che permettono un simile sviluppo della creatività toccando nel contempo numerosi campi della tecnica.

Tratto da www.modellflug.ch/fgasi

Il Gruppo aeromodellisti Lugano (GAL) fu fondato il 20 marzo 1936 come “Gruppo modelli” affiliato all’allora Aero Club Svizzero, sezione di Lugano. Il primo Presidente fu l’Ing. V. Frizzoni, e capogruppo il Sig. Guglielmo Wolff, già socio fondatore, l’anno prima, della società-madre. Dal 1942 al 1966 la presidenza fu affidata al mitico Fausto Ossola, promotore di innumerevoli attività ed esponente di spicco dell’aeromodellismo a livello svizzero. Questi 24 anni furono caratterizzati da intenso lavoro: per il sodalizio luganese vi fu un’alternanza di periodi difficili e momenti di vera gloria e soddisfazioni a livello regionale, nazionale ed internazionale. Alla presidenza si sono quindi succeduti Giuseppe Zaugg (1966-1967), Graziano Gemetti (1967-1974), Gerardo Klay (1974-1978), Jacques Wälti (1978-1980), Ing. Arturo Stoffel (1980-1986), Numa Induni (1986-1996), Marco Signorelli (1996-2000), Jaroslav Vala (2000-2005), Daniele Daldini (2005-2007) e, infine, Moreno Bernasconi, in carica dal 2007.

La sede sociale, un continuo peregrinare

GAL In questi 70 anni, per la verità, il GAL ha conosciuto diverse traversìe per quanto riguarda la propria sede sociale, con moltissimi traslochi: dalle stanze di Villa Wolff a Cassarate si è passati alle cantine dell’ex casa Enderlin in viale Stefano Franscini, poi nei locali dell’ex casermetta dei pompieri in Piazza Indipendenza quindi, con l’edificazione del Palazzo dei Congressi, in un vano sotto le tribune dello stadio di Cornaredo. E ancora: un locale sotto la palestra delle scuole di Loreto, quindi le mansarde della scuola di Molino Nuovo, successivamente i locali dello stabile ex Palazzo Reali, le grandi stanze della Croce Verde nel quartiere Maghetti, il Canvetto Luganese in Via Simen. Infine, invece di spostarsi al Centrocivico come al GAL è stato proposto si è preferita (grazie all’interessamento di Marco Borradori, all’epoca municipale di Lugano, e del direttore Maggini delle AIL) una soluzione logistica più funzionale, con l’occupazione di ampi spazi nella vecchia sottocentrale elettrica dell’AIL a Manno, inaugurata nel luglio del 1994. Una sede, quest’ultima, rimessa a nuovo dagli stessi soci attraverso una costante, esemplare disponibilità, il che permette oggigiorno di disporre di svariati locali per gli incontri settimanali (che si tengono il mercoledì) e, soprattutto, di laboratori attrezzati per la costruzione e la manutenzione degli aeromodelli e, persino, di una cabina per la verniciatura dei modelli per l’attività sociale.

Il problema del campo di volo

Purtroppo il GAL non ha avuto la stessa fortuna con il campo di volo: dopo la decisione, da parte del Patriziato di Cademario, di allontanare il gruppo dal sedime in Alpe Agra nei pressi di Arosio (nel 2003), il GAL non ha più trovato un altro spazio da dedicare alle attività dei soci fino al 2009. Questa mancanza di spazi ha penalizzato fortemente il sodalizio luganese, che già in passato ha sempre dovuto lottare per poter svolgere la propria attività. Gli ostacoli da superare negli anni sono stati innumerevoli ed il GAL si è trovato nella necessità di spostarsi frequentemente: così si è passati dalla pista di Agno alla tenuta Bally, dai monti di Sessa alle golene del fiume Ticino in prossimità di Gudo per giungere fino al terreno di Arosio, agibile dal 1995 al 2003.

Dal 2009 e grazie all'interessamento del comune di Lugano, disponiamo di un piccolo terreno in zona Stampa.

Il GAL promuove l'aeromodellismo quale attività del tempo libero intelligente e formativa, rivolta a tutte le fasce d'età. Particolare attenzione viene da sempre data ai giovani, che possono trovare nella costruzione e nel pilotaggio di modelli d'aeroplani il primo passo verso una futura carriera nel mondo dell'aviazione. Il GAL si contraddistingue pure per l'organizzazione di competizioni regionali, nazionali ed internazionali, oltre che per la partecipazione a numerose gare e meetings in Ticino, nel resto della Svizzera e all'estero.

Tra le attività esercitate dai soci del GAL spicca il volo con gli alianti in pendio, il volo acrobatico e le riproduzioni.

L'attività si concentra principalmente sul campo di volo sociale della Stampa e sul campo cantonale di aeromodellismo di Lodrino. Gli appassionati di idrovolanti si ritrovano a Melano, mentre i fanatici del volo in montagna si danno appuntamento sulle vette dei monti Caval Drossa, Lema e sulla Cima di Medeglia.

I soci del GAL si riuniscono inoltre ogni mercoledì sera a partire dalle 20:45 circa presso la sede sociale, situata al primo piano della ex centrale AIL di Sorengo (a poca distanza dall'uscita autostradale Lugano Nord - Breganzona).

Il Gruppo Aeromodellisti Lugano, analogamente ad altri gruppi aeromodellisti della Svizzera italiana, offre ai debuttanti la possibilità di frequentare una scuola di volo senza obbligo d’iscrizione al club.

La scuola di volo è gestita da modellisti esperti del GAL. Il gruppo si è dotato di un aeromodello scuola completamente accessoriato e già predisposto per il “doppio comando”: Un modo facile e sicuro per avvicinarsi alla pratica dell’aeromodellismo.

Presso la sede del GAL (ex-sottocentrale AIL Sorengo) è possibile acquistare una tessera da Fr. 50.– che da’ diritto ad 16 voli con istruttore della durata di ca. 10 minuti cadauno (il primo volo è offerto dal Gruppo). Tale tessera fungerà anche da “libretto di volo”, sul quale verranno annotati i progressi ottenuti nel corso delle lezioni. Alle lezioni sui campi di volo possono partecipare al massimo due allievi alla volta. Un semplice test finale concluderà il periodo di istruzione.

Il programma della scuola di volo è affisso sulla bacheca della sede. Sullo stesso troverete anche i nominativi degli istruttori adibiti alle lezioni.

La frequenza alla scuola di volo non è in nessun caso vincolante — una volta concluso il periodo d’istruzione ogni partecipante è libero di scegliere se iscriversi al GAL o ad un altro gruppo della Svizzera italiana.

Nella sede del GAL è inoltre attivo un PC dotato di un moderno simulatore di volo radiocomandato. Esso è a disposizione di tutti gli interessati negli orari di apertura della sede (ogni mercoledì a partire dalle 20:30 ca.).

A tutti i partecipanti auguriamo buon divertimento!

(Si ringrazia per il generoso sostegno l’Aero Club Lugano e il negozio Hope Modellismo di Manno).